art bonus

AGEVOLAZIONI FISCALI PER CHI SOSTIENE IL TEATRO DI PISA


DECRETO N.83 DEL 31 MAGGIO 2014
ART BONUS ED EROGAZIONI LIBERALI

IL TEATRO DI PISA, COME “TEATRO DI TRADIZIONE” E’ STATO INSERITO NEL DECRETO “ART BONUS” (D.L. N.83 DEL 31 maggio 2014 DENOMINATO “Art Bonus”).

COSA SONO L’ART BONUS E LE EROGAZIONI LIBERALI?
Le Erogazioni Liberali sono donazioni spontanee di denaro effettuate a favore di Organizzazioni quali ONLUS, ONG e similari, Università, Scuole o Enti Culturali e dello Spettacolo (Fondazioni lirico sinfoniche e Teatri di tradizione) di vario genere, Istituzioni Religiose, Istituti di ricerca e/o Ospedalieri, partiti politici.
L’Art Bonus introduce sulle suddette donazioni un regime fiscale agevolato di natura temporanea in favore di tutti coloro che, indipendentemente dalla natura e forma giuridica, effettuano erogazioni liberali a favore di vari soggetti tra i quali i Teatri di Tradizione (decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni nella legge 29 luglio 2014, n. 106).

Chiunque intende sostenere l’attività della Fondazione Teatro di Pisa può quindi usufruire di importanti sgravi fiscali sotto forma di Credito di imposta.
Il credito di imposta spetta nella misura del:
- 65% delle erogazioni liberali effettuate fino al 31/12/2015;
- 50% delle erogazioni liberali effettuate nel periodo d’imposta successivo, ovvero nel 2016.

Per usufruire del credito di imposta, le erogazioni liberali devono essere effettuate esclusivamente in denaro e per i seguenti scopi:
1) interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, anche qualora le erogazioni siano effettuate, per tali interventi, in favore di soggetti concessionari o affidatari di beni culturali pubblici;
2) sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (es. musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali), delle Fondazioni lirico-sinfoniche e dei Teatri di Tradizione;
3) realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo.

Le erogazioni liberali possono essere effettuate con un versamento su conto corrente intestato a:
Fondazione Teatro di Pisa
Codice IBAN IT 86 T 05034 14011 000000206445
Banco Popolare - Agenzia di Città n.4, Via Ulisse Dini 1, 56125 PISA

Le erogazioni liberali devono essere effettuate esclusivamente in denaro e avvalendosi esclusivamente di uno dei seguenti sistemi di pagamento:
- banca (es. bonifico);
- ufficio postale (es. versamento su conto corrente postale);
- assegni bancari e circolari.


Indicare nella causale: sostegno della Fondazione Teatro di Pisa Teatro di Tradizione - Decreto Art Bonus

Il credito di imposta è utilizzabile in tre quote annuali di pari importo nel corso di tre anni successivi.
Le Persone fisiche e gli enti non commerciali fruiscono della prima quota del credito d’imposta nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui hanno effettuato l’erogazione.
I soggetti titolari di reddito di impresa possono utilizzare il credito d’imposta in compensazione a partire dal primo giorno del periodo d’imposta successivo a quello in cui hanno eseguito le erogazioni.

Il Soggetto che riceve l’erogazione (Teatro di Pisa) dovrà istituire l’albo delle “erogazioni liberali” e inserire i nominativi dei soggetti che erogano i contributi. Oltre a ciò dovrà comunicarli al Ministero dei Beni Culturali e del Turismo.

Per ulteriori informazioni contattare:
amministrazione@teatrodipisa.pi.it 
yel. 050 941130 - 050 941132

OPPURE ENTRARE DIRETTAMENTE SUL SITO:
artbonus.gov.it 

L’ art. 1 comma 5 della Legge 29 luglio 2014, n. 106 e s.m.i. ha infatti previsto la creazione del portale “Art bonus” (cui il Teatro di Pisa è già iscritto come “soggetto destinatario” di erogazioni liberali) in cui ai soggetti destinatari delle erogazioni liberali sono associati tutte le informazioni relative allo stato del “bene” oggetto di erogazione liberale, gli interventi eventualmente in atto, i fondi pubblici assegnati per l’anno in corso, l’ente responsabile del bene, nonché le informazioni relative alla fruizione dello stesso.
I soggetti destinatari delle erogazione liberali aggiornano le informazioni sullo stato delle erogazioni ricevute, sull’utilizzo delle stesse ed i dati relativi allo stato di eventuali lavori.

Credits