Torna indietro

NUDI E CRUDI

Prosa 
Pisa, Teatro Verdi - via Palestro 40
16 Dic 2017 - 21:00
17 Dic 2017 - 17:00

Pisa, Teatro Verdi

sabato 16 dicembre 2017 ore 21, turno A Cartellone e Cinque
domenica 17 dicembre 2017 ore 17, turno B Cartellone e Cinque

Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi in 

NUDI E CRUDI

una storia di Alan Bennett, tradotta e adattata per la scena da Edoardo Erba
con Nicola Sorrenti
regia Serena Sinigaglia
scene Maria Spazzi
costumi Erika Carretta
colonna sonora Sandra Zoccolàn
luci Alessandro Verazzi

produzione a.ArtistiAssociati

durata: 1 h 50’ più l’intervallo

P17 18 Nicola Sorrenti Maria Amelia Monti Paolo Calabrese Nudi e crudi S. Sinigaglia sito artistiassociati 02

Che succederebbe se, tornando a casa dopo una serata a teatro, trovaste il vostro appartamento completamente vuoto, svaligiato da ladri? Ai signori Ransome - due impeccabili coniugi inglesi - capita proprio questo e la loro vita tranquilla e ripetitiva viene completamente sconvolta. Però la reazione dei due è diversa: lui si incupisce e si arrabbia sempre più, lei prova un senso di sollievo e quasi di liberazione. E mentre il gioco dei caratteri, esasperato da visite inattese, diventa sempre più esilarante, il mistero del furto trova un'imprevista soluzione.
Tratta dal romanzo di successo di Alan Bennett, Nudi e crudi è una commedia spumeggiante, piena di umorismo e ironia, un ritratto impietoso e indimenticabile della vita di una coppia di mezza età. Diverte senza ricalcare vecchi schemi e rivela più di ogni altra opera il genio comico di Alan Bennett.

«[…] Le due ore di spettacolo sono divertimento assicurato, luminoso, mai banale, british ma raccomandabile anche a chi è abituato ai comici italiani. Non è un testo comico, questo di Bennett, è alto umorismo. Nude e crude, e cucite quasi addosso, le parti dei due protagonisti. Incarnata da Maria Amelia Monti, la signora Ransome è una donnina middle class, mentalità aperta e vita schiacciata dal marito, l’avvocato Ransome, di Paolo Calabresi, che ha la stoffa dei conservatori avari di sé e dei propri affetti. Lei arieggia le tante donne inventate da Franca Valeri. Lui ricorda i borghesi piccoli piccoli di Aroldo Tieri. Le antiche punture di spillo di coppia di Rina Morelli e Paolo Stoppa sono un'eco che resta nell’aria» Roberto Canziani, Il Piccolo

per Abbonamenti e biglietti clicca qui

per saperne di più sullo spettacolo clicca qui


 
 

Powered by iCagenda

Credits