Torna indietro

DON GIOVANNI DI MOZART SECONDO L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO

Prosa 
Pisa, Teatro Verdi - via Palestro 40
16 Mar 2019 - 21:00
17 Mar 2019 - 17:00

Pisa, Teatro Verdi

sabato 16 marzo 2019 ore 21, turno A Cartellone
domenica 17 marzo 2019 ore 17, turno B Cartellone

Petra Magoni in

DON GIOVANNI DI MOZART
SECONDO L'ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO

con Simona Boo, Hersi Matmuja, Mama Marjas, Evandro Dos Reis, Omar Lopez Valle, Houcine Ataa
pianoforte Leandro Piccioni
contrabbasso Pino Pecorelli
batteria Ernesto Lopez Maturell
chitarre Emanuele Bultrini
tastiere Andrea Pesce
elaborazioni musicali Mario Tronco, Leandro Piccioni, Pino Pecorelli
direzione artistica e regia Mario Tronco
regia Andrea Renzi
direzione musicale Leandro Piccioni

coproduzione Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini, Accademia Filarmonica Romana, Les nuits de Fourvière - Lione
produzione originale Accademia Filarmonica Romana, Les nuits de Fourvière - Lione 2017

durata: 1h 20'

07 18 19 dongiovanni scena“Don Giovanni finalmente è donna. Ha la voce acuta e tagliente, arrochita e sensuale, e il corpoagile, magro, sinuoso, da mascolina cerbiatta di Petra Magoni.” Così Sandro Cappelletto su La Stampa.  Al centro di questo nuovo lavoro della multietnica e grandiosa orchestra di Piazza Vit-torio c’è l’idea di un Don Giovanni androgino. Una visione “altra” del protagonista che apre a una diversa lettura dei rapporti tra i personaggi, ovvero come il divertito abbattimento di ogni confine di genere e l’espansione dei limiti dell’eros possano creare nuova possibilità di indagine del dramma giocoso di Mozart, a partire dall’intuizione profonda dell’identità tra la natura della musica e il flusso vitale. Don Giovanni, quindi, come un redivivo Cab Calloway in un immaginario Cotton Club, in un’ambientazione dal gusto anni ’20 ma anche fortemente contemporaneo, dirige la sua orchestra e il suo destino in una pulsione di libertà e perdizione. Uno spettacolo carico di energia, luce e vita.

«Il sogno di ogni uomo si è realizzato: Don Giovanni finalmente è donna. Ha la voce acuta e tagliente, arrochita e sensuale, e il corpo agile, magro, sinuoso, da mascolina cerbiatta di Petra Magoni. Che se la veda lei con le altre donne che perseguita o che la perseguitano, che molesta o dalle quali viene molestata: Donna Anna, Donna Elvira, Zerlina. Che cerchi lei la conquista, la seduzione, il successo, oppure la ripulsa, il fallimento. Che conviva lei con l’ossessione di riuscirci sempre. Ci sono tutti, nessuno escluso, i personaggi che animano il “Don Giovanni” di Mozart nel nuovo spettacolo dell’Orchestra di Piazza Vittorio […] una delle più elettriche realtà della scena musicale italiana: la formazione multietnica e soprattutto le qualità musicali dei suoi ideatori - Mario Tronco, Leandro Piccioni, Pino Pecorelli - le consentono una intelligente e irriverente libertà di approccio e di riscrittura dei classici della tradizione operistica. […] Magoni/Don Giovanni è scelta vincente: le code di un frack bianco, i calzoni alla caviglia dell’abito blu attillato, assieme ad una voce prepotentemente femminile, abile a giocare con i riverberi del microfono, mantengono su un piano di contemporanea ambiguità gli 80 minuti dello spettacolo. […] » Sandro Cappelletto, LA STAMPA 

per Abbonamenti e biglietti clicca qui

per saperne di più sullo spettacolo clicca qui


 
 

Powered by iCagenda

Credits