23° Festival Toscano di Musica Antica /I Bei Legami "Sacrae Cantiones"

CategoriaConcerti
Data 01 09 2018 18:30
Luogo Chiostro di Palazzo Blu, Lungarno Gambacorti, Pisa

SOUND OF STONES
23° Festival Toscano di Musica Antica
Concerti, visite guidate, degustazione enogastronomiche


Scarica il depliant-programma in pdf cliccando qui 

Per maggiori informazioni, biglietti e modalità di prenotazione, vai alla pagina del Festival nel sito di AuserMusici cliccando qui


Pisa, Chiostro di Palazzo Blu
sabato 1° settembre 2018, ore 18.30

I Bei Legami
Sacrae Cantiones

Claudio Giovanni Antonio Monteverdi (Cremona, 9 maggio 1567 - Venezia, 29 novembre 1643)
O Magnum Pietatis

Heinrich Schütz (Köstritz, 8 ottobre 1585 - Dresda, 6 novembre 1672)
O Jesu nomen dulce
soprano Linda Scaramelli

Gregor Aichinger (Ratisbona, 1564 - Augusta, 20 o 21 gennaio 1628)
Sancta et immaculata Virginitas

Francesco Cavalli (Crema, 14 febbraio 1602 - Venezia, 14 gennaio 1676)
Cantate Domino
soprano Claudia Ciprioti

Claudio Monteverdi
Salve Regina
soprani Jennifer Schittino e Linda Scaramelli

Alessandro Grandi (Venezia, marzo 1586 - Bergamo, giugno 1630)
Cantabo Domino
soprano Sara Bacchelli

Claudio Monteverdi
Laudate Dominum
soprano Jennifer Schittino

Giovanni Pierluigi da Palestrina (Palestrina, 1525 ca. - Roma, 2 febbraio 1594)
Pueri Hebraeorum

I Bei Legami
cembalo e direzione Pietro Consoloni
soprano Jennifer Schittino
soprano Claudia Ciprioti
soprano Linda Scaramelli
soprano Sara Bacchelli


Alle ore 9.30 Pisa e la sua enogastronomia: visita a Fauglia - Fattoria Uccelliera (degustazione di vino) e Caseificio Busti (degustazione formaggi) (ritrovo ore 9.00 in viale Gramsci, vicino alla Stazione)
Alle ore 19.30 degustazione enogastronomica presso Palazzo Blu


ftma18 01 bei legami

L’ensemble vocale I Bei Legami, qui nel suo organico a voci femminili, ci proporrà un percorso attraverso la musica della nostra penisola; un percorso non solo temporale ma anche regionale. Si ascolteranno, infatti, opere del cremasco Francesco Cavalli e del veneziano Alessandro Grandi; dal romano Palestrina al cremonese Claudio Monteverdi. Ascolteremo anche due brani di Gregor Aichinger e Heinrich Schütz, i quali, come molti musicisti d’oltralpe, vennero a studiare in Italia, l’uno a Roma e l’altro a Venezia, impossessandosi così dell’arte musicale dei nostri padri. Potremo quindi ascoltare preziose pagine vocali dell’arte sacre dei secoli XVI e XVII, in un momento in cui anche la composizione stava subendo un’importante evoluzione: il passaggio dalla polifonia ed il contrappunto alla nascita del primo melodramma e di «nuove musiche» a voce sola, come il celebre Giulio Caccini le definì. I Bei Legami interpreteranno dunque questo clima alternando a mottetti polifonici a cappella arie solistiche accompagnate al clavicembalo, volendo omaggiare così la musica antica italiana in canto.

 

 

 

 

 

 


 
 

Powered by iCagenda

Credits