Torna indietro

Coro Università di Pisa: F.J. Haydn, "Missa Cellensis in honorem Beatissimae Virginis Mariae"

Iniziative-diverse 
Cattedrale di Pisa, Piazza dei Miracoli

coro unipi 7 giugno 18 locCattedrale di Pisa
giovedì 7 giugno 2018, ore 21.15
in occasione dei 900 anni dalla dedicazione della Cattedrale a Santa Maria Assunta

Coro dell'Università di Pisa
Tuscan Chamber Orchestra

Missa Cellensis in honorem Beatissimae Virginis Mariae (Cäcilienmesse)
di Franz Joseph Haydn

Natalizia Carone, soprano
Sara Bacchelli, contralto
Marco Mustaro, tenore
Roberto Lorenzi, basso

direttore Stefano Barandoni

L’ingresso è gratuito con biglietto.
I biglietti (massimo due a persona) sono a disposizione da martedì 5 giugno dalle 17,00 alle 19,30 al Museo delle Sinopie in piazza del Duomo fino a esaurimento.
Eventuali biglietti non ritirati saranno distribuiti il giorno stesso del concerto (7 giugno) alle 19,30.

È il XIX Concerto Annuale del Coro dell’Università di Pisa, organizzato dal Centro per la diffusione della cultura e della pratica musicale dell’Università in collaborazione con il Comitato Diocesano per il Giubileo dei 900 anni dalla dedicazione della Cattedrale di Pisa e con l’Opera della Primaziale e col contributo di Goethe Institut e Associazione Culturale Italo Tedesca.
La composizione di Haydn, dedicata alla Madonna, ben si inserisce nel contesto delle celebrazioni giubilari della Cattedrale, che è intitolata proprio a Santa Maria Assunta, e la cui cupola interna, con il dipinto dei fratelli Riminaldi che la raffigura, è stata recentemente restaurata tornando al suo antico splendore. La Missa Cellensis è una composizione coinvolgente e intensa che alterna momenti dal registro drammatico, affidati sia ai solisti sia al coro, nei quali Haydn sembra quasi anticipare il successivo stile romantico, e altri di carattere contrappuntistico con grandiose fughe corali, a tratti quasi festose, che si fanno più travolgenti in quella sorta di tensione ascensionale che caratterizza le parti successive, fino alla rassicurazione finale e fiduciosa del Dona nobis pacem: un’invocazione di speranza quanto mai attuale.

 

coro unipi foto di gruppo

 


 
 

Powered by iCagenda